Torna all'elenco

TERGIVETRO, LAVAVETRO ANTERIORE

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Veicolo con tergivetro anteriore intermittente

A funzionamento unico

Una pressione breve provoca una passata dei tergivetri.

B arresto

C funzionamento intermittente

Tra una passata e l’altra, le spazzole si fermano per alcuni secondi. È possibile modificare il tempo tra una passata e l’altra ruotando l’anello 2.

D funzionamento continuo e lento

E funzionamento continuo e rapido

Particolarità

Durante la guida, ad ogni arresto del veicolo si riduce la velocità del tergivetro. Da un funzionamento continuo rapido, passate ad un funzionamento continuo lento. Non appena il veicolo riparte, il tergivetro torna alla velocità di funzionamento selezionata inizialmente.

Qualsiasi intervento sulla levetta 1 è prioritario ed annulla l’automatismo.

Le posizioni ACD sono accessibili a contatto inserito. La posizione E è accessibile soltanto a motore acceso.

Efficacia della spazzola del tergivetro

Controllate lo stato delle spazzole del tergivetro. La sua durata dipende da voi:

- deve rimanere pulita: pulire regolarmente la spazzola e il lunotto con acqua saponata;

- non utilizzatela quando il lunotto è asciutto;

- staccatela dal lunotto se non viene utilizzata da tempo.

In ogni caso, sostituitela non appena la sua efficacia diminuisce: circa ogni anno (consultare il paragrafo «Spazzole del tergivetro» al capitolo 5).

Precauzioni relative all’uso dei tergivetri

- In caso di neve o ghiaccio, pulire il lunotto prima di attivare i tergivetri (rischio di surriscaldamento del motore);

- verificare che nessun oggetto trasportato interferisca con la spazzola del tergivetro in movimento.

Veicolo dotato di tergivetro anteriore con sensore di pioggia

Il sensore di pioggia si trova sul parabrezza, davanti al retrovisore interno.

A funzionamento unico

Una pressione breve provoca una passata dei tergivetri.

B arresto

C funzione tergivetro automatico

In questa posizione il sistema rileva la presenza di acqua sul parabrezza e aziona il tergivetro alla velocità di funzionamento più adatta E’ possibile modificare la soglia di azionamento ed il tempo tra una passata e l’altra ruotando l’anello 2:

- F : sensibilità minima

- G : sensibilità massima

Più la sensibilità è elevata, più i tergivetri reagiscono rapidamente e la frequenza di funzionamento aumenta.

All’attivazione del tergivetro automatico o all’aumento della sensibilità, viene effettuata una passata.

Nota:

- il sensore di pioggia ha soltanto una funzione di assistenza. In caso di visibilità ridotta, il conducente deve attivare manualmente il tergivetro. In presenza di nebbia o in caso di nevicata, la funzione tergivetro automatico non è attivata dal sistema e resta pertanto sotto il vostro controllo;

- in caso di temperatura negativa, il tergivetro automatico non è attivo all’avviamento del veicolo. Si attiva automaticamente non appena il veicolo supera una certa velocità (circa 8 km/h);

- non attivare il tergivetro automatico in assenza di pioggia;

- sbrinare completamente il parabrezza prima di attivare il tergivetro automatico.

Anomalia di funzionamento

In caso di anomalia del funzionamento automatico, il tergivetro opera in funzionamento intermittente. Rivolgetevi alla Rete del marchio.

Il funzionamento del sensore di pioggia può essere disturbato in caso di:

- tergivetri posteriori danneggiati, un velo d’acqua o tracce lasciate da una spazzola sulla zona di rilevamento del sensore possono aumentare il tempo di reazione del tergivetro automatico o aumentare la frequenza di funzionamento;

- parabrezza scheggiato o fessurato a livello del sensore o parabrezza incrostato da polvere, sporcizia, insetti, brina, utilizzo di cere di lavaggio o di prodotti idrofobi; la levetta del parabrezza sarà meno sensibile oppure non sarà sensibile affatto.

D funzionamento continuo e lento

E funzionamento continuo e rapido

Particolarità

Durante la guida, ad ogni arresto del veicolo si riduce la velocità del tergivetro. Da un funzionamento continuo rapido, passate ad un funzionamento continuo lento. Non appena il veicolo riparte, il tergivetro torna alla velocità di funzionamento selezionata inizialmente.

Qualsiasi intervento sulla levetta 1 è prioritario ed annulla l’automatismo.

Precauzioni

- In caso di gelo, prima di attivare il tergivetro, verificate che le spazzole non siano bloccate. Se azionate il tergivetro mentre le spazzole sono bloccate dal gelo, rischiate di danneggiare sia la spazzola sia il motorino del tergivetro.

- Non attivare i tergivetri sul vetro asciutto. Questo provoca l’usura precoce o il deterioramento delle spazzole.

Le posizioni AD sono accessibili a contatto inserito. Le posizioni CE sono accessibili soltanto a motore acceso.

Posizione particolare del tergivetro anteriore (posizione di servizio)

Questa posizione permette di sollevare le spazzole, allontanandole dal parabrezza.

Può essere utile per:

- pulire le spazzole;

- staccare le spazzole dal parabrezza durante l’inverno;

- sostituite le spazzole (consultare il paragrafo «Spazzole del tergivetro: sostituzione» al capitolo 5).

Con contatto inserito e motore spento, abbassate completamente la levetta del tergivetro in posizione E (funzionamento rapido continuo). I bracci del tergivetro si fermano in posizione libera dal cofano motore.

Per riportare le spazzole in posizione, verificate che le spazzole siano state reclinate sul parabrezza, quindi riportate la levetta in posizione B (arresto), con contatto inserito.

Prima di inserire il contatto, posizionare i tergivetri sul parabrezza. In caso contrario, si potrebbe danneggiare il cofano o i tergivetri quando vengono accesi.

Nota

Quando i tergivetri non sono più alimentati, almeno 1 minuto dopo la chiusura del veicolo, è possibile spostare manualmente le spazzole. Evitare di forzare il braccio della spazzola per spostarlo. Si rischia di danneggiare il motorino del tergivetro, i bracci e le spazzole.

Dopo l’intervento, per riposizionare correttamente le spazzole, verificate che le spazzole poggino sul parabrezza, inserite il contatto e azionate il comando dei tergivetri.

La spazzola lato conducente deve essere sempre sopra la spazzola lato passeggero. In caso contrario, sarà effettuata una passata del tergivetro non appena la velocità del veicolo sarà superiore a circa 7 km/h.

In caso di ostacoli presenti sul parabrezza (sporcizia, neve, ghiaccio, ecc.), pulire il parabrezza (compresa la zona centrale situata dietro il retrovisore interno) e il lunotto posteriore prima di attivare i tergivetri (evitando così il rischio di surriscaldare il motore).

Se un ostacolo impedisce il movimento di una spazzola, questa potrebbe fermarsi. Rimuovete l’ostacolo e riattivate il tergivetro con l’apposita levetta.

Prima di effettuare qualsiasi azione sul parabrezza (lavaggio del veicolo, sbrinamento, pulizia del parabrezza, ecc.) portate la levetta 1in posizione B (arresto).

Rischio di ferite e/o di danneggiamenti.

Lavavetro

Con contatto inserito, tirate la levetta 1 poi rilasciatela.

Una breve azione attiva, a differenza del lavavetro, una passata dei tergivetri.

Una pressione prolungata attiva, oltre al lavavetro, tre passate consecutive, dopo alcuni secondi, una quarta.

Nota

Con temperatura negativa, il liquido dei lavavetri rischia di congelare sul parabrezza e di ridurre la visibilità. Riscaldate il parabrezza mediante il comando di disappannamento prima di pulirlo.

Durante gli interventi nel vano motore, assicuratevi che la levetta dei tergivetri sia in posizione B (arresto).

Rischio di lesioni

Lavafari

Fari accesi

Per i veicoli che ne sono dotati, con il motore in funzione, tenere la levetta 1 tirata verso di sé per circa 2 secondi e i lavafari e il lavavetro si azioneranno contemporaneamente.

I lavafari sono attivati anche da tre pressioni prolungate del comando del lavavetro anteriore.

Nota:

Per assicurare un corretto funzionamento del lavafaro nella stagione invernale, rimuovere la neve dai portaugelli e scongelare i portaugelli mediante uno spray sbrinante.

Si raccomanda comunque di eliminare a intervalli regolari lo sporco ostinato che si accumula sul vetro dei fari.

Quando il livello del liquido lavavetro raggiunge il minimo:

- sul quadro della strumentazione viene visualizzato il messaggio «Manca liquido lavavetri»;

- il lavafaro può disinnescarsi.

Rabboccate il liquido del lavavetro quindi azionatelo, con motore acceso, per reinnescarlo.

Durante gli interventi nel vano motore, assicuratevi che la levetta dei tergivetri sia in posizione B (arresto).

Rischio di lesioni

MANUTENZIONE PER IL CLIENTE : TERGIVETRO